27-9-2005

Soccorso Rosso Proletario raccoglie e rilancia l'appello del Gruppo
Propaganda Comunista Ventre per un presidio presso il tribunale di
sorveglianza di Venezia, palazzo Diedo-Cannaregio sabato 8 ottobre alle 10,
per la liberazione di Paolo Dorigo, contro la decisione del magistrato di
sorveglianza di negare a Paolo il permesso di lavorare, (come per la richiesta
del comune di Mira di fare volontariato), se non a condizione che il compagno rinunciasse alle due
ore al giorno di tempo da trascorrere fuori casa, di cui il compagno
gode attualmente.

La scarcerazione di Paolo e gli attuali arresti domiciliari a cui Ŕ
sottoposto per poter finalmente effettuare gli accertamenti che da anni
richiede e l'amministrazione della giustizia non ha mai voluto realizzare,
sono il frutto della lunga lotta che il compagno porta avanti da anni per
provare e fermare la tortura e controllo mentale che denuncia e documenta
con puntualitÓ e della grande campagna di solidarietÓ sviluppatasi lo scorso
anno.

La forza della mobilitazione in solidarietÓ con Paolo, le vittorie nelle
battaglie giuridiche che ha saputo conquistare anche davanti alla Corte
Europea, uno sciopero della fame a oltranza durato due mesi, costrinsero il
tribunale di Perugia a concedergli la possibilitÓ di provare definitivamente
le sue denunce e inchiodare i torturatori.

Oggi il tribunale di Venezia cerca di limitare il pi¨ possibile gli effetti
di quel provvedimento.

Vogliono trincerare nuovamente Paolo, togliergli il tempo per muoversi e
lottare, proprio quando la sua tenacia sta ottenendo risultati e riscontri
concreti verso la veritÓ.

╚ necessario rilanciare la denuncia e tornare in piazza per Paolo, per il
suo diritto a lavorare e andare avanti nella battaglia di veritÓ, per tutti
i prigionieri contro cui si sperimentano le stesse tecniche, contro lo stato
di polizia che li tiene in ostaggio.

LibertÓ per Paolo Dorigo!
LibertÓ per tutti i prigionieri politici!

Soccorso Rosso Proletario.
soropro@libero.it



Il testo dell'appello e tutti i dettagli sulla lotta di Paolo e per la sua
liberazione sono disponibili su:

http://www.paolodorigo.it/SITIN.htm