www.paolodorigo.it

Ringraziamo lAsp per averci inviato questo comunicato

TURCHIA 7 gennaio 2006
Comunicato della Associazione Familiari e Amici dei Prigionieri Politici-

TAYAD,

SUL MARTIRIO DEL COMPAGNO SERDAR DEMIREL
AD ANKARA

Ancora un rivoluzionario stato assassinato dall'alimentazione forzata!
Una vita in pi sta per essere eliminato dai fautori dell'isolamentocarcerario.
Serdar Demirel, combattente del 10 distaccamento dei volontari del digiuno della morte, chiamato
'Fidal Kalsen', morto da martire il 7 gennaio 2006 nell'ospedale `Numune` di Ankara.
Serdar Demirel aveva gi fatto un tentativo di immolazione il 19 dicembre

per protestare contro l'isolamento ma l'amministrazione intervenuta

e lo ha condotto all'infermeria del carcere contro la sua volont.
Malgrado la sua richiesta di poter ritornare nella sua cella, Serdar Demirel, stato trasferito
all'ospedale `Numane` ad Ankara. Qui stato alimentato forzatamente e
ha perduto la memoria.
Il 4 gennaio 2006, in seguito a diversi tentativi di alimentazione forzata,

Serdar Demirel ha avuto una crisi cardiaca.
Il 7 gennaio, Serdar Demirel soccombe al supplizio delle cure forzate.
Ci che Serdar Demirel ha subito non un caso unico. Come
lui, circa 600 rivoluzionari hanno avuto la memoria cancellata in
seguito all'alimentazione forzata. In tutto 120 rivoluzionari hanno
perduto la vita nella resistenza contro il regime d'isolamento
assassino che infierisce nelle prigioni turche.
I responsabili della
politica d'isolamento continuano a torturare e ad assassinare.Serdar Demirel

immortale!
Viva la resistenza onorevole dei nostri ragazzi!
Abolite l'isolamento. Fermate le morti!
Le famiglie della TAYAD
(associazione di aiuto reciproco con le famiglie dei prigionieri
politici)

7 gennaio 2006