VADA A CASA

 

Su "Liberazione" del 16 marzo c' una lettera di Gabriella

Carlucci - parlamentare forzitaliota - nella quale la

ragazza-squillo dice di <non tirare fuori l'armamentario

della bella e della scema>.

Ha ragione, ()

fossimo in lei andremmo a fare la calza e non pretenderemmo

di fare le rappresentanti del popolo italiano: la Carlucci

non in grado di rappresentare nemmeno se stessa.

 

Torino, 17 marzo 2008