Comunicato della redazione di proletari comunisti - Partito Comunista maoista - Italia

 

L'attacco al contingente italiano_NATO ť la logica conseguenzadell'occupazione dell' Afganistan per conto dell'imperialismo USA. Le truppe imperialiste italiane ora sotto l'egida USA in Irak, ora sotto l'egida Nato in Afganistan, ora sotto l'egida ONU in Libano sono truppe d'occupazione ed ť giusto e legittimo che siano fatte segno di attacchi dalle forze della resistenza.

Il Governo Prodi- D'alema proseguendo e peggiorando la politica di guerra imperialista, invasione , occupazione del governo Berlusconi Ť il vero responsabile della morte dei soldati.

Serve contro l'imperialismo e questo governo un altro movimento contro la guerra imperialista, contro il ruolo dell'imperialismo italiano in IRAK/AFGANISTAN/LIBANO, contro le basi_USA/NATO/ITALIA a sostegno della resistenza palestinese,irakena, afgana,libanese.

E' necessaria una campagna nel file del proletariato e nelle sue lotte e forme di autorganizzazione sindacale e politica che va legata all'attacco alle condizioni di vita e ponga la proposta e il percorso di uno sciopero generale.

E' necessaria una iniziale sensibilizzazione e mobilitazione della gioventý studentesca  con una giornata di lotta che proponiamo per il 6 ottobre prossimo con assemblee, cortei, presidi.

E' necessario portare nelle  mobilitazioni antirazziste, antifasciste in corso la denuncia e la lotta antimperialista.

E' necessario pensare a una campagna prolungata per la caduta del governo Prodi_D'alema-Bertinotti.




26/9/06